I cibi che aiutano a combattere la cellulite

Body toning kit, kit trattamento della cellulite

I cibi che aiutano a combattere la cellulite

Alimentazione anticellulite: è possibile combattere la cellulite scegliendo di mangiare determinati cibi piuttosto che altri? Ebbene sì, ci sono dei cibi che aiutano il drenaggio e la disintossicazione del corpo favorendo la riduzione della cellulite.

Che cosa sia la cellulite ormai lo sanno tutti, specialmente chi ce l’ha addosso, sa quanto possa essere brutta da vedersi e difficile da eliminare, un po’ come le smagliature. Prima di riflettere su qualche intervento chirurgico occorrerebbe riflettere sul proprio stile di vita. La cellulite altro non è che un accumulo di grasso sottocutaneo che provoca l’ormai noto “effetto buccia d’arancia” per conseguenza la circolazione è ridotta, e quindi abbiamo la ritenzione idrica, le cellule subiscono delle malformazioni mentre quelle adipose per via dei problemi alla circolazione si trasformano in noduli, sovente dolorosi.

La cellulite ha diverse cause: può essere dovuta ad un non sano stile di vita ma può anche essere ereditaria. In ogni caso se la si vuol evitare occorre fare attività fisica, bere tantissima acqua, star lontani da alcol e sigarette e naturalmente guardare con occhio critico la propria alimentazione.

Ecco quattro soluzioni pratiche per combattere e prevenire la cellulite:

  1. muoversi in bici o fare nuoto, se non è possibile cercare di fare una corsetta di un’ora al giorno;
  2. fare massaggi linfodrenanti;
  3. adoperare una crema anticellulite fai da te, a base di caffeina o tè verde e i fanghi alla alghe;
  4. ridurre le calorie, seguendo l’alimentazione anticellulite, e bere almeno due litri di acqua al giorno.

Alimentazione anticellulite: cibi consigliati e cibi da evitare

Ci sono dei cibi che aiutano ad eliminare la cellulite? Sì come vedremo, alcuni cibi combattono la cellulite mentre altri sono proprio da evitare per non averci a che fare. Una delle cause della cellulite è proprio il sovrappeso e dunque la cattiva alimentazione.

Come ormai tutti sappiamo, frutta e verdura sono i cibi da preferire perché combattono la ritenzione idrica, apportano sali minerali e vitamine.

In particolare vediamo quali verdure:

Sono da preferirsi poi le verdure a foglia scura perché ricche di vitamina C e potassio che stimola il drenaggio linfatico.

E quale frutta è da preferirsi:

Per quanto riguarda la frutta è preferibile evitare quella che contine molto zucchero come uva, banane e fichi.

Vediamo poi quali altri cibi rientrano nell’alimentazione anticellulite:

  • il pesce, meglio se azzurro, ricco di omega3 che favoriscono l’idratazione della pelle;
  • i legumi, perché sono un’ottima fonte di sali minerali e fibre, le lenticchie in particolare son ricche di ferro che favorisce il trasporto dell’ossigeno ai tessuti;
  • i cereali integrali, perché come i legumi contengono fibre e sali minerali, saziano ma non alterano gli zuccheri nel sangue ed aiutano a contrastare il colesterolo;
  • la cipolla, che abbiamo suggerito sopra, è un ottimo diuretico che aiuta a contrastare il ristagno dei liquidi.

Vediamo ora alcuni suggerimenti su cibi che mangiamo spesso:

  • la carne: è meglio preferire la carne bianca a quella rossa, contiene meno grasso, meno tossine e più ferro;
  • i latticini: da preferire magri e da consumare spesso;
  • le uova: molto importanti ma da consumarne non più di due a settimana.

Per arrivare ai cibi assolutamente sconsigliati se si vuole evitare o combattere la cellulite:

  • salumi, ricchissimi di sale e conservanti, favoriscono il ristagno dei liquidi;
  • formaggi grassi e stagionati;
  • carne rossa, come sopra detto;
  • il sale ovviamente che è il principale responsabile della ritenzione idrica (quindi attenti anche cibi preconfezionati o precotti e lo scatolame);
  • fritture e pizze;
  • burro, a cui è meglio preferire l’olio extravergine d’oliva;
  • dolci, dolciumi e zucchero raffinato;
  • caffè (soprattutto a fine pasto è sconsigliato perché ostacola l’assorbimento del ferro), bibite zuccherate, energetiche o alcoliche, a cui è meglio preferire il tè verde.

Consigli per prevenire la cellulite con l’alimentazione

Nota bene: non sono necessari grassi, sale e salse per condire gli alimenti, si possono usare le spezie come un po’ di pepe e peperoncino o lo zenzero che è un ottimo antinfiammatorio naturale, nell’insalata due cucchiaini di olio evo sono più che sufficienti ed al posto del sale si può mettere il limone (che aiuta fra l’altro ad assorbire il ferro della verdura) e l’aceto di mele che è un ottimo depurante. Nel tè verde poi, niente zucchero ma un cucchiaino di miele.

Per cuocere il cibo preferisci la cottura al vapore, o ai ferri evita fritture, impanature, aggiunte di grassi, mentre frutta e verdura son da preferirsi crude. Sono tutti piccoli accorgimenti che messi insieme fanno la differenza.

Nell’alimentazione anticellulite includiamo naturalmente le bevande, abbiamo citato quali evitare ed accennato quali preferire. Il tè verde è fondamentale per depurarsi ed è ricco di antiossidanti naturali e sostanze benefiche per l’organismo; l’acqua si sa idrata, pulisce dalle scorie, depura tutto il corpo; la mattina a digiuno è ottimo un bicchiere d’acqua tiepida con del succo di limone che stimola l’organismo e lo depura dalle tossine ed infine il succo d’ananas che contiene bromelina, ottimo per depurare l’organismo e sciogliere il grasso (esistono anche degli integratori che naturalmente non sostituiscono il centrifugato d’ananas fatto in casa).

Tisane drenanti per prevenire la cellulite

Le tisane drenanti sono le perfette alleate della diuresi, il meccanismo tramite cui si eliminano dal corpo i liquidi che causano la ritenzione idrica.

Mantenere il corpo idratato ma allo stesso tempo privo dei liquidi che lo gonfiano e che permettono il ristagno delle tossine è molto importante per mantenersi in salute. A tale scopo si consiglia soprattutto di bere molta acqua ma anche di bere delle tisane drenanti che favoriscano per l’appunto il drenaggio dei liquidi.

Lo scopo principale delle tisane drenanti è per l’appunto favorire la diuresi e la depurazione dell’organismo, ma non solo per una questione estetica, per eliminare ad esempio la cellulite, anche per una questione medica; ad esempio qualora ci siano delle infezioni alle vie urinarie, in caso di calcoli ed in caso di edemi e pressione alta. Nei casi in cui le tisane drenanti vengano assunte per specifici problemi di salute all’interno si trovano anche i principi attivi di altre piante specifiche che possono curare il problema. Ad esempio nel caso del gonfiore agli arti (edema) nella tisana drenante si troverà anche l’estratto di vite rossa o nel caso ad esempio di una cistite della camomilla che è decongestionante.

Vediamo un esempio di piante i cui principi attivi vengono impiegati nella preparazione delle tisane drenanti: betulla, asparago, gramigna, salvia, ciliegio, equiseto, frassino, gramigna, mais, ortica, pilosella, prezzemolotarassaco e verga d’oro. Naturalmente una tisana non contiene i principi attivi di tutte queste piante ma soltanto di una, unita magari in piccole dosi ad altre come mentamelissaverbena, finocchio, anice, arancio, liquirizia e gelsomino.

Di queste piante si usano solitamente specifiche parti come le radici, le foglie, i semi, i frutti, gli stimmi ed i fiori in dosi naturalmente specifiche solitamente il 20%. Le tisane drenanti vanno assunte almeno tre volte al giorno per esser efficaci oppure in base a quanto prescrive il medico.

Per potenziare l’effetto della tisana si raccomanda sempre di bere molta acqua ogni giorno ed evitare l’assunzione di cibi ricchi di sale. E’ sconsigliato zuccherare la tisana, al massimo si può aggiungere una punta di miele per renderne più gradevole il sapore.

Ricette di tisane drenanti anticellulite fai da te

In erboristeria si trovano tutti gli ingredienti per preparare le tisane drenanti, dunque perché non farsele in casa da soli? Vediamo dunque alcune ricette per preparare in casa le tisane drenanti.

  • Salvia e finocchio: mezzo bicchiere di foglie di salvia sminuzzate, 2 cucchiai di semi di finocchio, 1 cucchiaio di menta fresca sminuzzata e due pezzi di scorza di limone. Per la preparazione: si mettono a bollire cinque tazze d’acqua, quindi vi si mettono gli ingredienti e si lasciano macerare per 15 minuti, quindi si filtra il tutto e volendo si dolcifica con il miele.
  • Betulla: 1 cucchiaio di foglie di betulla. Per la preparazione: far bollire mezzo litro d’acqua quindi immergervi le foglie, lasciare che il tutto si raffreddi e filtrare.
  • Ciliegio: un cucchiaio di radice d’asparago, un cucchiaio di radice di betulla, un cucchiaio di peduncoli di ciliege. Per la preparazione: si fa bollire il tutto in un litro d’acqua bollente per dieci minuti. Si lascia freddare e si filtra.

La quantità minima da bere di acqua, ovviamente non gasata, è 2 litri, possibilmente non durante i pasti per non diluire i succhi gastrici. Per chi non è abituato a bere così tanta acqua si consiglia di iniziare con una bottiglietta da mezzo litro da portarsi dietro ovunque si vada, quindi di giorno in giorno cercare di riempirla e svuotarla più volte al giorno.

Un’alimentazione anticellulite fatta dei cibi sopracitati può davvero fare la differenza, non miracoli perché purtroppo la cellulite è molto ostinata da eliminare, ma sin da subito, già iniziando con le bevande, bevendo quelle consigliate ed escludendo quelle sconsigliate, vedrete i primi risultati ma soprattutto anche per prevenire la comparsa della cellulite se si sa di essere dei soggetti a rischio.

  26/01/2017

Login al Tuo SuccoAloeVera

Hai bisogno di Aiuto? Compila il Form qui sotto e verrai ricontattato!